The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Strategie GP Russia: Mercedes punta tutto sull'overcut

Sentendosi in inferiorità tecnica rispetto alla Ferrari, le Frecce d'Argento inizieranno la gara con le gomme medie per allungare il primo stint. Occhio però ad eventuali Safety Car o Virtual Safety Car. Ed al "lift and cost" nel finale.

La Mercedes sotto sotto ci crede. Dopo le qualifiche i volti nel box campione del Mondo erano un mix tra la sorpresa seguita all’exploit finale di Lewis Hamilton e l’ennesima constatazione che con la Ferrari, oggi, almeno sul giro secco non c’è nulla da fare. Ne è seguito un pomeriggio con un’analisi tecnica corretta (la Ferrari ha più potenza) e qualche frignata in più per dipingere una crisi di una gravità esagerata.

Manca la performance in qualifica, ma la gara può essere un’altra cosa, soprattutto considerando che Hamilton e Bottas scatteranno con gomme medie, al contrario del resto della top-10 che prenderà il via con le soft. “Abbiamo messo in conto di dover lottare un po' nei primi giri”, ha confermato Bottas, ma la Mercedes sa che avrà una chance soprattutto nella fase centraledi gara.

Al netto di una partenza lineare e senza colpi di scena (nelle prime fasi di corsa sono previste le due Ferrari in testa e le due Mercedes a seguire) quando Leclerc e Vettel entreranno in pit-lane per il cambio gomme, operazione prevista nella finestra tra il giro 15 e 20, Hamilton e Bottas resteranno in pista per almeno altre cinque tornate.Sarà questa la fase cruciale, in cui saranno da valutare i tempi che riusciranno a stampare le due Mercedes (che proveranno l’overcut) e quelli delle due Ferrari, che monteranno gomma hard nuova con il potenziale azzardo traffico.

Il tempo previsto per il pit-stop è di 23/24 secondi, quindi nella norma, ma in caso di sosta in regime di VSC il vantaggio sarà notevole. Questa eventualità potrebbe portare nelle fasi finali ad una seconda sosta per terminare con un set di soft, ma è una possibilità che potrebbe tornare utile solo a chi sarà chiamato ad inseguire. Ci sarà inoltre da prestare attenzione anche al consumo di carburante. Dei 5848 metri del circuito di Sochi, 4386 si percorrono con l’acceleratore al massimo, quindi tutti i piloti saranno chiamati ormai al classico “lift-and-coast” quando le fasi di gara lo consentiranno.