The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Gismondi 1754 rafforza la presenza in Russia e nei Paesi dell’area CSI

Prosegue l’impegno proattivo dello storico marchio genovese di alta gioielleria Gismondi 1754 nell'espansione della propria presenza a livello internazionale, e a distanza di poco più di una settimana dalla sigla di un accordo di concessione esclusiva negli Emirati Arabi Uniti, la Società comunica la firma di due nuovi legami. Si tratta di un contratto di agenzia per estendere la propria presenza nei Paesi della Federazione Russa e della Comunità degli Stati Indipendenti (Armenia, Azerbaigian, Bielorussia, Ucraina, Kazakistan, Kirghizistan, Moldavia, Tagikistan, Uzbekistan, Turkmenistan), e di un contratto di distribuzione per la Russia con RossoRelativo Russia Srl, Società di distribuzione tecnica import-export per il mercato russo.


Gismondi 1754 è già presente da due anni in Russia presso il negozio multibrand "Monza" di San Pietroburgo (al 137 della Nevsky Prospekt), in virtù della concessione con Gold Union, che rientrerà a tutti gli effetti nel piano generale di espansione del marchio nel territorio russo. Aver siglato questi due nuovi contratti porta con sé anche un forte valore simbolico, oltre che commerciale, perché testimonia la forte redemption raggiunta dal Brand Gismondi 1754 anche all’intimo di un territorio molto vasto come quello oggetto degli accordi, indica l'azienda in un comunicato.
 
“Abbiamo affidato il nostro marchio ad una agente di grande esperienza, che si è sempre occupata di promuovere grandi marchi nel mercato russo. Sono convinto che avremo una veloce e solida espansione in questa area molto estesa, creando una rete di concessionari in grado di avvicinare il nostro prodotto ed i nostri servizi tailor made ai clienti”, ha affermato nella nota Massimo Gismondi, CEO di Gismondi 1754. “Ci tengo a sottolineare come nel 2020, nonostante i rallentamenti e le difficoltà legate alla pandemia, la società abbia già siglato accordi e contratti di espansione in Italia, nell'area del Golfo e ora in est Europa, oltre ad aprire concessionari in Italia, Montecarlo, Oman, Qatar e Dubai. Tutto questo a simboleggiare il grande impegno profuso per permettere a Gismondi 1754 di performare al meglio nonostante tutte le avversità; è stato un anno carico di impegni ed energia che fa ben sperare per il futuro del brand”.


Nata a Genova nel 1754 grazie a Giovan Battista Gismondi (fornitore di Papa Pio VI e della famiglia Doria), l’azienda è quotata da un anno sul mercato AIM Italia di Borsa Italiana. Oggi è arrivata alla settima generazione e realizza quasi il 30% del fatturato con la vendita di gioielli, il cui sell-out supera i 100.000 euro (lo scontrino medio nei negozi a gestione diretta è di 12.000 euro).