The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:

Un progetto da 11 miliardi di dollari, ostacolato dall'intatto Congresso degli Stati Uniti e dallo stesso Presidente Trump, che ha approvato un provvedimento con cui sanzionare i governi e le società tedesche e russe (e non solo) coinvolte nella costruzione del gasdotto.

Dopo la Camera, anche il Senato statunitense, infatti, ha approvato il "2020 National Defense Authorization Act", il bilancio per la Difesa per l'anno prossimo, che include le sanzioni contro governi e società che lavorano al "Nord Stream 2".

Da Berlino: "No ad interferenze su affari interni"

Ma la Germania alza la voce: tramite un comunicato della portavoce Ulrike Demmer, si legge: "Il governo tedesco disapprova tali sanzioni extraterritoriali. Colpiscono le imprese tedesche ed europee e costituiscono un'interferenza nei nostri affari interni".