The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

Il Donbass sempre più vicino alla Russia

Il leader separatista ucraino Denis Pushilin, eletto a capo della regione di Donetsk in un'elezione definita illegittima da Kiev e dall'Occidente, ha promesso di dare seguito al processo di integrazione della repubblica separatista con la Russia: "Il tragitto verso la Federazione Russa continuerà. Non si tratta solo di integrazione culturale e sociale ma anche economica".

Le elezioni si sono tenute la scorsa domenica sia nella Repubblica di Donetsk che in quella di Lugansk e sono state condannate da Ucraina, Unione Europea e Stati Uniti, che non riconoscono i loro risultati.

Le due repubbliche separatiste dell'Ucraina orientale hanno proclamato unilateralmente la loro indipendenza nel 2014 e affermano di volersi unire alla Federazione russa. Kiev e gli occidentali accusano la Russia di sostenere militarmente i separatisti ma Mosca nega nonostante numerose evidenze. Gli accordi di pace firmati nel febbraio 2015 con la mediazione franco-tedesca a Minsk hanno ridotto significativamente gli scontri, in un conflitto che in quattro anni ha ucciso 10mila persone. L'aspetto politico di questi accordi è rimasto lettera morta, senza che neppure uno si assuma la responsabilità del fallimento.