The Times Russia Siamo il più letto media di informazione con notizie dalla Russia costantemente aggiornate!The Times Russia

ABBONATI SUBITO PER TE IL PRIMO MESE GRATIS!

Leggi illimitatamente tutti gli articoli del sito

Il cinese Zhang Mingfang si era presentato come operatore shiatsu e aveva rapinato la coppia che lo ospitava a Montecchio. Era stato condannato all’ergastolo

VICENZA Nel 2003 aveva ucciso una connazionale incinta e aveva ferito in modo grave il marito di lei. A distanza di 16 anni è stato catturato in Russia e portato in Italia, in carcere, per scontare l’ergastolo. È infatti finita la latitanza del cittadino cinese Zhang Mingfang, ricercato in campo internazionale, dalle autorità italiane, dal 2003. Era imputato di omicidio, tentato omicidio e rapina commessi in un appartamento di Montecchio Maggiore la sera del 20 aprile di 16 anni fa. Reati, questi, che nel 2006 hanno portato la Corte di Assise di Vicenza a condannarlo alla pena dell’ergastolo. Allora l’assassino si era presentato come medico ed operatore della medicina tradizionale cinese, chiedendo ospitalità a dei connazionali, a Montecchio Maggiore, per esercitare la propria attività, anche di massaggiatore shiatsu, ma era stato poi licenziato dal proprietario dell’appartamento, inappagato dalle prestazioni mediche.